Terza età: obblighi dei figli verso i genitori anziani

Come noto, è dovere dei genitori assicurare il mantenimento dei figli fino a quando questi non raggiungono l’indipendenza dal punto di vista economico. Inoltre, i genitori sono tenuti a provvedere alle esigenze dei figli anche qualora questi scelgano di andare via di casa e vivere da soli. Per contro, i figli non hanno l’obbligo di mantenere i genitori se questi non hanno risorse economiche sufficienti. Di conseguenza, i genitori che non hanno la possibilità di seguire un tenore di vita in linea con le loro aspettative non possono sperare che un giudice obblighi i loro figli a rimediare.

La nomina di un amministratore di sostegno

Nel caso in cui venga ravvisata e verificata una situazione di palese incapacità di gestione del patrimonio, si può prevedere la scelta di un amministratore di sostegno che, una volta nominato, si occuperà di seguire la persona anziana e di darle suggerimenti in relazione alla gestione dei suoi risparmi. Tale adempimento, ad ogni modo, non costituisce un obbligo dal punto di vista dei figli, ma è solo uno strumento che serve a tutelare i beni familiari.

Cura anziani

Il mantenimento dei genitori

Esistono, tuttavia, dei casi eccezionali relativi agli obblighi dei figli nell’assistenza dei genitori anziani con riferimento al versamento degli alimenti. Attenzione, però: versare gli alimenti è cosa differente rispetto al mantenimento, sia in una prospettiva qualitativa che sul piano quantitativo. In particolare, gli alimenti servono ad assicurare in maniera esclusiva il vitto e l’alloggio, vale a dire il minimo indispensabile per vivere. Inoltre, si fa riferimento agli alimenti solo se il soggetto debole deve affrontare una situazione a causa della quale non è oggettivamente in grado di procurarsi da sé il proprio sostentamento. Il caso più banale è quello di una persona disabile al 100%, che non è nelle condizioni di lavorare e quindi di ottenere i soldi per mangiare.

Il sostegno sociale dello Stato

Va detto, comunque, che stiamo parlando di un caso limite, o quasi: infatti nella maggior parte delle situazioni per le persone non abbienti interviene direttamente la pubblica amministrazione dello Stato, tramite il ricorso a specifiche forme di sostegno sociale. In situazioni del genere, a ciascuno dei figli tocca adempiere l’obbligo degli alimenti. Se ci sono più figli, comunque, essi non devono provvedere in misura uguale ma in maniera proporzionale alle possibilità economiche di ognuno.

L’abbandono di incapace

Qualora si verifichi un’ipotesi di abbandono di incapace, è indispensabile dedicare le attenzioni ai genitori, che sono sottoposti alla custodia dei figli. Si pensi, per esempio, al caso di un figlio che vive insieme a uno o a tutti e due i genitori. Nel caso in cui egli se ne andasse di casa e i genitori rimanessero senza nessuno, in una condizione di comprovata impossibilità di provvedere a sé stessi, essi sarebbero esposti a un forte rischio di sopravvivenza. Ebbene, in tale circostanza il figlio si renderebbe responsabile del reato di abbandono di persone incapaci, e sarebbe chiamato a risponderne dal punto di vista penale.

Il caso della vendita della nuda proprietà

In relazione alla vendita di una nuda proprietà, è previsto l’obbligo di mantenere il genitore se la proprietà di un immobile viene ceduta dal genitore stesso al figlio, o se viene sancita la cessione della nuda proprietà con riserva di usufrutto a fronte del versamento di un vitalizio. In condizioni di questo tipo, l’impegno del figlio è quello di garantire al genitore le sue attenzioni fino alla fine dei suoi giorni. Questo è un contratto vero e proprio. Qualora da parte del beneficiario ci fosse un inadempimento, la revoca del trasferimento del bene potrebbe essere richiesta e ottenuta dagli eredi del cedente.

I prodotti per la cura degli anziani

Al di là degli obblighi sanciti dalla legge, è dovere morale di ogni figlio prendersi cura di mamma e papà quando questi iniziano a invecchiare e a dover fare i conti con i problemi del tempo che passa. Per esempio l’incontinenza, che può rendere necessario il ricorso a prodotti assorbenti: per comprarli, si può navigare sul sito web di AMioAgio, brand che mette a disposizione una ricca gamma di articoli per l’igiene della persona e per il trattamento dell’incontinenza urinaria.

E i figli minorenni?

Infine, una notazione conclusiva a proposito dei figli minorenni, i quali non sono vincolati ad alcun obbligo rispetto ai propri genitori; né obblighi di contribuzione economica né obblighi di assistenza. Dal canto loro, i genitori detengono vantano l’usufrutto legale rispetto ai beni intestati ai figli. In altri termini, nell’ipotesi in cui un bambino ottenga una casa da un familiare, possono andare ad abitare in quell’immobile i genitori. Questi, inoltre, possono decidere di mettere l’appartamento in affitto. È un potere di gestione del patrimonio che, comunque, non deve arrecare danno agli interessi del figlio, ma garantire il bene della famiglia.

Subito per te: TUTTO SULLE O-BAG!

ebook acconciature trendy 2015

COLORI, PREZZI, DOVE COMPRARLA. Iscriviti alla newsletter e ricevi subito la O Bag Pocket Guide. Anche sul tuo smartphone/tablet!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *