Come scegliere un anello con smeraldo

Regalare un anello con smeraldo potrebbe essere davvero una bella idea, specialmente per dimostrare quanto teniamo ad una persona.
Il verde è il colore tipico dello smeraldo, una tinta che ne esalta il valore e la bellezza. Non soltanto viene considerato un colore che è molto di moda, ma sa donare una certa eleganza a chi lo porta. Quindi regalare un anello con una pietra preziosa di questo colore è sicuramente una scelta molto giusta, che può fare veramente piacere.

Ma come orientarsi nella scelta degli anelli con smeraldo? Ci sono alcuni criteri da tenere in considerazione.
Ecco di quali si tratta.

come scegliere un anello con smeraldo

Fare attenzione al trattamento

L’unione perfetta fra diamanti e smeraldi dà vita ad un unico e perfetto anello con smeraldo, il dono perfetto per la persona amata ma anche come auto regalo. Ma bisogna fare attenzione al trattamento.

Bisogna sempre chiedersi quale trattamento ha subito lo smeraldo che vogliamo acquistare. Per esempio spesso queste pietre preziose sono trattate con un olio particolare e una resina sintetica.
Questi prodotti servono ad eliminare le microfessure che a volte possono essere presenti nello smeraldo. A livello pratico le pietre sono immerse nel liquido e poi questo viene compresso perché possa penetrare nelle microfessure e andarle a riempire.
Se proprio dobbiamo scegliere, dobbiamo ricordarci che i diamanti non trattati sono anche quelli più preziosi e che costano anche di più. Al limite sarebbe preferibile un trattamento con olio, che è una sostanza più naturale.

Chiedere la provenienza della pietra

Quando ci rivolgiamo ad un gioielliere per acquistare un anello con smeraldo, ricordiamoci sempre di chiedere l’origine della pietra, per chiarirne la provenienza. Potremmo quindi saperne di più in questo modo delle caratteristiche dello smeraldo che stiamo acquistando.
Spesso i più preziosi vengono dalla Colombia e si contraddistinguono per essere chiari e più trasparenti. A differenza di quanto pensiamo, gli smeraldi con una tonalità più scura, che sono quelli più apprezzati, possono non essere così preziosi come quelli più trasparenti dove il verde può apparire soltanto in maniera leggera.
Particolarmente conosciuti e pregiati sono anche gli smeraldi che arrivano da alcuni Paesi dell’Africa, come Zambia ed Etiopia.

Considerare il colore per la valutazione

Quanto vale uno smeraldo? È difficile rispondere in linea generale a questa domanda, perché ci sono delle pietre preziose, il cui valore è molto differente, anche tenendo in considerazione la qualità.
Un parametro importante da tenere in considerazione per riuscire ad avere una certa idea sulla valutazione di uno smeraldo consiste nell’esaminarne il colore.
Abbiamo già detto a questo proposito che le tonalità scure non è detto che siano così preziose.
A volte un diamante non trattato è di un verde pallido e questo chiaramente ne indica la qualità, perché il fatto stesso che non è stato trattato con determinati prodotti lo rende più prezioso.
Inoltre le pietre più preziose sono quelle che sono particolarmente trasparenti. Infatti non a caso più gli smeraldi sono simili ad un cristallo, più sono richiesti. Consideriamo anche se il colore è distribuito in modo uniforme, osservando bene alla luce il nostro smeraldo prima di procedere al suo acquisto.

Considerare la forma

Anche la forma dello smeraldo è molto importante. Basti pensare che il taglio classico, quello più diffuso, si chiama taglio smeraldo.
Non è un caso che venga utilizzata questa denominazione, perché questo tipo di taglio è quello che si adatta meglio al tipo di cristallo con cui sono composti gli smeraldi.
Il taglio smeraldo è quello che maggiormente rende meno evidenti le possibili microfessure che a volte potrebbero essere presenti sulla pietra. Quindi valutiamo bene anche la forma dello smeraldo da inserire in un anello.

Subito per te: TUTTO SULLE O-BAG!

ebook acconciature trendy 2015

COLORI, PREZZI, DOVE COMPRARLA. Iscriviti alla newsletter e ricevi subito la O Bag Pocket Guide. Anche sul tuo smartphone/tablet!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *