Piccolo regalo acquistare super kamagra Rimedio per il mal di denti
Misurazione della pelle secca acquisto cialis generico Cosa fare se vieni punto da un'ape?
Medicina per la tosse secca comprare levitra senza ricetta Trattamento della congiuntivite
Rimedi naturali contro le pulci comprare viagra per donne Terapia BMC
terapia priligy vendita trattamento dell'ansia

Come farsi un vestito da sola

I vantaggi di cucire i propri vestiti sono molti. Sei tu a prendere le decisioni.
Se vuoi costruire un guardaroba tutto lino, puoi farlo un capo alla volta. Puoi scegliere le fantasie e i colori che preferisci. In pratica imparare a cucire ti rende davvero libera! Allo stesso tempo però può anche essere difficile sapere da dove cominciare.
Ecco perché abbiamo pensato di realizzare questa guida!

Come farsi un vestito da sola

1. Procurati dei modelli

Per poter realizzare il tuo abito avrai innanzitutto bisogno di un cartamodello. Si tratta di una rappresentazione su carta dei ritagli di tessuto necessari per la creazione del vestito. Per un primo capo, scegli un modello facile e adatto ai principianti, come un top o una gonna semplice con elastico in vita. Ecco un sito da cui scaricare cartamodelli gratuitamente.

2. Prendi le misure

Il prossimo passo è prendere le misure. Avrai bisogno di un metro da sarto, una matita e un taccuino. Misura il petto nella parte più ampia, vita e fianchi. Se è la prima volta che lo fai, dai un’occhiata a questa guida completa su come prendere le misure per un vestito. Infine se dovessi avere bisogno di un riferimento visivo, fai un giro su Youtube e troverai molti ottimi tutorial.

Una volta prese le misure dovrai confrontarle con le taglie sul modello e se necessario adattare quest’ultimo. Per farlo dovrai ridisegnare il motivo su carta da lucido (o anche della semplice carta da forno potrebbe andar bene), apportando semplici modifiche. Quando hai finito, ritaglia il motivo tracciato e scrivi tutte le informazioni, chiamate segni del motivo, come il nome, la dimensione, la linea di piega e quanti pezzi ritagliare.

3. Acquista tessuto

Ora che hai il tuo modello e la tua taglia, puoi passare alla parte divertente: acquistare il tessuto. Puoi recarti in un negozio vicino casa per vedere e toccare con mano, oppure puoi acquistare online ciò che desideri. I tessuti più facili da lavorare per un principiante sono cotone e lino, la seta invece è sconsigliata perché più costosa e complessa da maneggiare a causa della scivolosità.

4. Prepara e taglia il tessuto

  1. Lava il tessuto. Poiché la maggior parte del tessuto si restringe, ti consigliamo di lavare il tuo prima di iniziare a cucire (lava e asciuga il tessuto nello stesso modo in cui intendi trattare il capo finito). Se si raggrinzisce, è sufficiente stirarlo col ferro usando le adeguate impostazioni (da regolare a seconda del tessuto scelto).
  2. Piega il tessuto. I pezzi del modello sono spesso gli stessi su entrambi i lati, quindi avranno linee di piega per sfruttare la simmetria assicurando che entrambi i lati del tuo capo corrispondano. Pensalo come piegare la carta a metà per ritagliare un cuore. Prenditi il ​​tempo necessario per piegare con cura il tessuto a metà e appianare eventuali grandi rughe.
  3. Traccia e taglia.
    Poni il modello sul tessuto e tienilo ben fermo con dei pesi. Poi traccia intorno ad esso il motivo con gesso o una matita per stoffa. Dopo aver tracciato il tuo primo pezzo, assicurati di avere abbastanza tessuto per i pezzi rimanenti. Quando tutto sembra a posto, procedi con il taglio dei pezzi.

5. Tempo per cucire

Finalmente è arrivato il momento di cucire! Per questo passaggio, avrai bisogno di: una macchina da cucire, ago per macchina da cucire, nastro adesivo “washi”, righello, filo, spilli, piccole forbici, ferro e una superficie di pressatura. Potresti anche cucire a mano, ma farlo con una macchina è molto più facile per un principiante. Ovviamente fai prima dei test con gli scarti di tessuto per prendere dimestichezza prima di iniziare il progetto. In questo modo, puoi controllare come appaiono il filo e i punti stessi.
Per iniziare a cucire, segui le indicazioni fornite dal cartamodello. Metti la stoffa al rovescio, con l’ausilio di un ferro da stiro, piegala per bene per 0,5 cm sul bordo e poi unisci la parte anteriore del vestito a quella posteriore.

6. Bordi e finiture

I bordi del tessuto richiedono una certa attenzione. Se lasciati così come sono, corrono il rischio di sfilacciarsi ad ogni lavaggio e, alla fine, potrebbe non esserci abbastanza tessuto per tenere insieme le cuciture. Per prevenire lo sfilacciamento è una buona norma usare il “punto a zig zag”, ovvero un’impostazione di base del punto su molte macchine da cucire; la cucitura sul bordo aiuta ad afferrare il filo e impedisce che si separino.

Anche scollature e orli richiedono un’attenzione particolare. La curva della scollatura richiede la rifinitura con pezzi separati di tessuto tagliati nella stessa forma della scollatura (chiamati risvolti).

Vai piano sulla macchina, o potresti anche considerare di abbandonarla del tutto e optare per il cucito a mano.

Subito per te: TUTTO SULLE O-BAG!

ebook acconciature trendy 2015

COLORI, PREZZI, DOVE COMPRARLA. Iscriviti alla newsletter e ricevi subito la O Bag Pocket Guide. Anche sul tuo smartphone/tablet!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *