Smalti semipermanenti: cosa c’è da sapere

Quella degli smalti semipermanenti è una tendenza che appassiona molte donne già da tempo. Si usano, si amano, ma spesso non si conosce tutto quello che c’è da sapere per utilizzarli al meglio e per rendere le nostre unghie davvero perfette. La cosa che piace più di ogni altra è che questa tecnica permette di avere mani sempre curate senza dover necessariamente passare lo smalto ogni giorno che si rovina con poche mosse. E poi che dire, il suo effetto è naturale, esattamente come quello dei tradizionali smalti.

Nonostante siano ormai ben noti, c’è ancora qualcosa da sapere sugli smalti semipermanenti. Prima di tutto è necessario conoscere lo step indispensabile per iniziare l’operazione che è quello di pulire bene le unghie e sistemare le cuticole con strumenti pensati ad hoc. Questo permette di far aderire meglio i prodotti.

È sempre indispensabile scegliere prodotti di alta qualità come gli Smalti Semipermanenti Aleas che sanno rispondere perfettamente alle esigenze di ogni unghia, qualunque sia la sua caratteristica principale.

Gli smalti semipermanenti sono stati realizzati per andare in contro alle esigenze di tutte quelle donne che amano avere mani sempre curate senza però dover necessariamente rivolgersi all’estetista ogni settimana o fare la manicure a casa praticamente ogni giorno.

Smalti semipermanenti: perché non fanno male

Nonostante siano noti ogni giorno di più, attorno agli smalti semipermanenti c’è ancora qualche dubbio. Quello più ricorrente è legato alla salute dell’unghia. Sì, perché sbagliando, alcune donne pensano che questa soluzione per avere mani perfette sia nociva. Niente di più sbagliato. Questi smalti rispettano il benessere delle unghie, basta applicarli nel modo giusto. È consigliato anche su unghie fragili che però non siano spezzate, in questo caso è più utile ricorrere ad altre soluzioni come la ricostruzione che utilizza diverse tecniche e prodotti in base al bisogno specifico.

Non fanno male, questo è certo, ma ci sono alcune tipologie di unghia per le quali gli smalti semipermanenti sono più consigliati. Quali? Si tratta di unghie naturali non rovinate e non spezzate. Attenzione anche alla onicofagia, la cattiva abitudine di rosicchiarsi le unghie non si lega affatto all’utilizzo di questo sistema.

Se proprio qualche dubbio sulla salute delle unghie e delle mani resta, è legato all’impiego della lampada UV/LED utilizzata per far asciugare perfettamente lo smalto che però non contiene agenti nocivi. Altro problema potrebbe essere quello legato ai prodotti che si utilizzano per rimuovere il semipermanente che danneggerebbero la lamina ungueale.

In ogni caso si tratta di dubbi che non hanno ancora trovato fondamento, quindi si potrebbero definire più precisamente scuole di pensiero, più che vere e proprie certezze.

Il primo criterio da tenere sempre presente quando ci si appresta a sottoporci alla manicure è quello dell’utilizzo di prodotti di qualità che rispettino le nostre unghie e che non contengano agenti nocivi.

Curiosità e consigli per l’applicazione

Prima di avere ben chiaro tutto quello che c’è da sapere sugli smalti semipermanenti è interessante conoscere qualche nozione sulla loro nascita.

Utilizzata ormai dal 2010, questa soluzione ha preso sempre più piede tra le donne che amano avere mani curate e sempre perfette per un periodo abbastanza lungo, solitamente dalle tre alle quattro settimane.

Considerata da sempre una via di mezzo tra la ricostruzione in gel e lo smalto tradizionale, i semipermanenti garantiscono oltre a una durata molto più lunga della semplice manicure, anche un aspetto decisamente più preciso e curato della mano.

Per l’applicazione corretta ci sono alcuni consigli utili da tener presenti.

Per prima cosa se non si è esperte è sempre meglio recarsi in un centro specializzato che saprà rispondere alle nostre esigenze, ma se si ricorre al fai da te (soluzione tra le più scelte) è necessario utilizzare prodotti e attrezzature professionali così come rispettare le pratiche igieniche consigliate.

Anche in questo caso per un risultato che sia esteticamente perfetto e che rispetti la salute delle unghie è necessario scegliere il meglio che si trova in commercio senza pensare troppo al costo, perché è noto che a prodotti troppo economici spesso corrisponda una qualità scadente che danneggerà le nostre mani.

Subito per te: TUTTO SULLE O-BAG!

ebook acconciature trendy 2015

COLORI, PREZZI, DOVE COMPRARLA. Iscriviti alla newsletter e ricevi subito la O Bag Pocket Guide. Anche sul tuo smartphone/tablet!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *